Ci Vorrebbe un minimo di Pianificazione

RICEVIAMO DA UN NOSTRO LETTORE
Positano, 17/01/2016

A partire da Gennaio fino ai primi di Marzo è il periodo adatto per immaginare e pianificare la prossima stagione turistica che quest’anno arriva prima del solito, pensate che la Santa Pasqua viene la Domenica dopo San Giuseppe, 19 Marzo, la festa del Papà e, proprio i nostri Padri di questi tempi cominciavano a organizzarsi per ospitare i villeggianti. Nel privato ognuno ha già in mente quali provvedimenti adottare per migliorare la propria attività. Le attività a Positano ruotano tutte attorno al turismo, direttamente e di riflesso. Un buon gestore, in questo periodo, chiama i suoi collaboratori per ascoltare i pareri, i suggerimenti, le idee e le esperienze vissute per impostare poi la prossima stagione. Le boutique guardano e ordinano dai campionari di moda, i ristoranti rivedono e arricchiscono i menù, gli operatori del mare e delle spiagge sistemano barche e strutture balneari, le attività ricettive fanno manutenzione di ogni genere, i tanti autotrasporti adeguano o rinnovano il parco automezzi, i giardinieri sono già al lavoro in tutte le ville, negli alberghi, sui terrazzi e sui balconi di tutto il paese, gli artigiani fabbri, falegnami, imbianchini, serramentisti, vetrai, impiantisti in genere sono operativi già dalla Befana, appunto per essere puntuali “ Pa’ staggione”. Le Parrocchie hanno il loro calendario fisso tutto l’anno eppure i Parroci con i relativi comitati cominciano a sentire le varie proposte che arrivano da gruppi bandistici o imprese pirotecniche o ditte di luminarie per buttar giù una bozza di programma dei festeggiamenti civili per venerare la nostra Madonna, il nostro Protettore e tutti i Santi che ci proteggono, sempre meglio dell’anno precedente. Sarebbe bello conoscere più o meno, come intende impostare la prossima stagione estiva il governo di questo Paese. Il primo cittadino spesso fa comunicati su testate giornalistiche locali, solo che sono sempre post, cioè dopo, e sono solo per ringraziare, lodare o nominare. L’invito è quello di farci sapere in anticipo (nel limite del possibile) quali sono i programmi culturali e di svago per l’estate 2016, cosa intende fare per allietare sia gli ospiti e sia i concittadini, come intende allungare la stagione estiva, quali provvedimenti ha in mente per regolamentare il flusso dei visitatori sia via mare e sia su gomma, è il caso di cominciare sin d’ora a sensibilizzare gli enti preposti (Regione, Prefettura, Capitaneria di porto, tour operator e addetti ai lavori) quali provvedimenti ha in mente per migliorare l’esistente (trasporti, Vigili Urbani, Sentiero degli Dei, ufficio postale, isola ecologica, il wi-fi, l’amianto, la strada fiume della noce – Nocelle, parcheggi in roccia, vettori meccanici, la sosta destinata ai residenti ma, riservata solo per “alcuni residenti”, al sesto anno di governo, possiamo immaginare il prossimo inverno migliore dei precedenti ?

Non è solo curiosità o desiderio di sapere, è soprattutto interessamento, attenzione, partecipazione e sollecitudine visto che Positano è di tutti.

Partecipa alla discussione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...